Impara a disegnare i fiori di Botticelli

Della famosa Primavera dipinta nel 1482 da Sandro Botticelli, sappiamo quasi tutto. Conosciamo i nomi dei personaggi mitologici (Mercurio, le tre Grazie, Venere, Eros, Flora, Clori e Zéfiro) e le storie che li legano tra loro. Apprezziamo la grazia con cui si muovono sul prato e la dolcezza dei loro lineamenti.
È abbastanza noto anche il significato del dipinto: un’allegoria nella quale Venere è simbolo della sapienza che può essere raggiunta attraverso la bellezza e la cultura classica.

quadro della Primavera di Botticelli

È un quadro che incanta. Per la sua complessità, ma anche per le sue enormi dimensioni: esposto alla galleria degli Uffizi di Firenze, è alto 2 metri e largo poco più di 3!

Visitatori agli Uffizi davanti alla Primavera di Botticelli

Ma allo sguardo d’insieme sfuggono tanti dettagli, ad esempio la varietà di specie vegetali presenti nel quadro. Si tratta di oltre cinquecento esemplari di piante che Botticelli ha dipinto con la precisione di un botanico.
Tra queste anche decine di fiori diversi come la zàgara, il papavero, il giacinto, l’iris, la margherita, il fiordaliso, il ranuncolo, la camomilla, la rosa, il gelsomino.

Ecco l’iris, in basso a destra, sotto i piedi di Clori.

iris della Primavera di Botticelli

Sul petto di Flora passano alcuni rami di roselline. Sulla sua veste, invece, sono stampati piccoli ciuffi di garofani rosa.

le rose nella Primavera di Botticelli

Le margherite, i fiori di fragola (in bianco) e gli anemoni (in giallo) decorano i capelli di Flora.

fragola e anemone nella Primavera di Botticelli

Nella parte alta del dipinto c’è un’abbondante fioritura di zagara, cioè i fiori degli alberi di arancio.

zagara nella Primavera di Botticelli

Vuoi provare a ridisegnare alcuni di questi fiori? Cominciamo con quello più difficile, l’iris. Dei due iris sbocciati proviamo a riprodurre il fiore di destra.

Per prima cosa devi individuare lo schema geometrico degli elementi principali del fiore. In questo caso i petali sollevati stanno dentro un’ellisse e un cerchio, mentre i tre petali aperti, più sotto, stanno dentro un cerchio centrale e due ellissi inclinate laterali. Una struttura abbastanza simmetrica. Disegnala con un tratto di matita leggero.

A questo punto puoi passare alla seconda fase: osserva ogni singolo petalo e disegnalo con maggiori dettagli seguendo lo schema geometrico che hai già preparato.

Quando pensi che il fiore sia pronto per la colorazione cancella le parti ancora visibili dello schema iniziale e prova a riprodurre i colori della tela di Botticelli. Per avvicinarti maggiormente alle tinte originali puoi sovrapporre diversi strati di matita colorata.

disegnare iris

Adesso continua tu.
Il procedimento è semplice. Non serve avere la struttura geometrica già pronta per ogni oggetto che vuoi disegnare perché puoi creare lo schema semplicemente osservando con attenzione le forme.
Se impari il meccanismo impari a disegnare perché, come diceva l’artista inglese John Ruskin, “Se sai dipingere una foglia, sai dipingere il mondo”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *