, , ,
 

 Lavorare per competenze con le rubriche

Come si lavora materialmente “per competenze” nella propria attività didattica?
 
La risposta, sintetica, è: utilizzando rubriche.
Una rubrica è una tabella che consente una considerazione sinottica di una serie di variabili.
 
Proviamo a vedere di cosa si tratti nel caso delle competenze. Immaginiamo di dover progettare la nostra didattica per sviluppare la competenza digitale, ovvero una delle otto competenze-chiave che concorrono a definire il Framework Europeo delle competenze di cittadinanza.

Competenza Dimensioni             
Competenza digitale …………
 
 
 
 
 
 
 

Sulla prima colonna di sinistra della rubrica indichiamo proprio la competenza su cui si tratta di lavorare. A questo punto occorre chiedersi come “scomporre” questa competenza.

Quali sono gli aspetti qualificanti la competenza in oggetto?
Nel momento in cui io venga chiamato a dire quale sia il “contenuto” della competenza digitale, cosa rispondo?
Una risposta possibile è che, della competenza digitale, fanno parte l’uso tecnico dei dispositivi, la capacità di consumo consapevole e critico dei media, la capacità di produrre e pubblicare responsabilmente contenuti.

Sono queste le tre dimensioni della competenza in oggetto: le riporto sulla mia rubrica.

Competenza Dimensioni
Competenza digitale

1. Usare i dispositivi tecnici

2. Consumare criticamente i media

3. Produrre e pubblicare criticamente contenuti

 

 

 

 

 

 

Ora che abbiamo individuato le dimensioni su cui dovremo lavorare nella mostra progettazione didattica, proviamo a concentraci su una di queste dimensioni per portare in profondità la nostra analisi.

Cosa significa: “Saper consumare criticamente i media”?
Meglio: "In quali traguardi formativi da far raggiungere ai miei studenti devo poter tradurre questa dimensione?"
Cosa deve saper fare uno studente che è capace di consumo critico dei media?
Semplificando potremmo dire: saper analizzare i messaggi, saper controllare i tempi del proprio consumo, saper garantire la sicurezza propria e altrui.

A questi traguardi si dà il nome di criteri.
Individuiamoli sulla rubrica.

Competenza Dimensioni Criteri
Competenza digitale 1. Usare i dispositivi tecnici  
  2. Consumare criticamente i media

2. a. Sa analizzare i messaggi

2. b. Sa controllare i tempi del proprio consumo

2. c. Sa garantire la sicurezza propria e altrui

  3. Produrre e pubblicare criticamente contenuti  

 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
Arrivati a questo punto siamo praticamente alla fine del lavoro.
Isoliamo un criterio e individuiamo quali sono le evidenze che dovremmo poter osservare al fine di stabilire se quel traguardo formativo è stato raggiunto.
 
Prendiamo il caso del saper analizzare i messaggi.
Alcune evidenze, a titolo di esempio, potrebbero essere: scompone un messaggio nelle sue parti costitutive; riconosce il formato dei messaggi; riconosce le diverse tipologie di messaggi, ecc.
A queste evidenze viene dato il nome di indicatori.
 
È sugli indicatori che ci si deve basare sia per pianificare le attività didattiche che per costruire le prove di verifica.
 

Competenza Dimensioni Criteri Indicatori
Competenza digitale digitale                1. Usare i dispositivi tecnici    
  2. Consumare criticamente i media a. Sa analizzare i messaggi

Scompone un messaggio nelle sue parti costitutive

Riconosce il formato dei messaggio

Riconosce le diverse tipologie di messaggi

    b. Sa controllare i tempi del proprio consumo  
    c. Sa garantire la sicurezza propria e altrui  
  3. Produrre e pubblicare criticamente contenuti    

4 commenti per “Lavorare per competenze con le rubriche”

  1. Cathy scrive:

    Deve essere per forza riconducibile alla competenza digitale? Io credo di no.

  2. Antonio Gasperi scrive:

    Salve,
    suddividerei le dimensioni secondo un'analisi formativa tipo: dim cognitiva, metacognitiva, relazionale, o consimili.
    Poi i criteri diventano macroprocessi (o abilità) osservabili tramite opportune prestazioni e quindi gli indicatori vengono declinati in descrittori di livello. Così la mia rubrica è (quasi) a posto.
    Cordialmente
    Antonio Gasperi

  3. Francesco M. Dellisanti scrive:

    Con riferimento all'esempio citato.
    Una volta costruite le prove di verifica, relativamente a ciascun indicatore, qual è il numero di
    risultati positivi  che lo studente deve ottenere per poter affermare che sa
    "Scomporre un messaggio…".
    E quanti indicatori "positivi" dobbiamo ottenere per affermare che nell'ambito dei
    criteri lo studente "sa analizzare i messaggi".
    E ancora, quante positività dobbiamo riscontrare, nell'ambito dei criteri, per affermare che la
    dimensione "Consumare criticamente i media" è positiva.
    E in ultimo: la Competenza digitale, nell'ambito della Competenza, si può certificare dopo
    quante "Dimensioni" positive?
    Spero di essere stato chiaro…Vi saluto    

  4. marina marchi scrive:

    Per rubriche e indicatori ho trovato sul sito della regione veneto un sacco di materiale sulle competenze, dal quale si può prendere spunto per partire. Qualcuno mi può fornire altre indicazioni, oltre quelle dei framework europei? Per noi insegnanti è utile avere degli esempi di riferimento soprattutto le prime volte.

Lascia un Commento

Se vuoi, facci sapere cosa ne pensi. Il tuo commento verrà letto dal moderatore del blog, che deciderà se pubblicarlo. Vogliamo che queste pagine siano piacevoli da leggere, ordinate e informative, e dunque pubblicheremo solo i commenti che contribuiscano in modo costruttivo alla discussione, con idee e critiche nuove e originali, senza ripetere argomentazioni e preoccupazioni che hanno già trovato voce in commenti precedenti. Prima di scrivere, è una buona idee leggere i nostri consigli di netiquette: seguirli rende più probabile che il tuo commento sia pubblicato.


I Campo contrassegnati da * (asterisco) sono obbligatori