, , ,

 Quanti da Nobel

Il Nobel 2012 per la Fisica è andato quest'anno a Serge Haroche e David J. Wineland «per aver sviluppato rivoluzionari metodi sperimentali che hanno permesso la misurazione e la manipolazione di sistemi quantistici individuali». Per approfondire le motivazioni dell'assegnazione del premio e avere informazioni più specifiche sulla ricerca di Haroche e Wineland possiamo rifarci all'articolo di Danilo Cinti su Aula di Scienze.

Ancora un Nobel, quindi, collezionato dal bizzarro mondo dei quanti: prima di Haroche e Wineland l'hanno vinto illustri scienziati, da Albert Einstein al suo amico-rivale Niels Bohr, passando per altri importanti fisici quali Werner Heisenberg, Max Planck, Erwin Schrödinger, Paul Dirac, Max Born e Wolfgang Pauli. Sin dall'inizio del Novecento l'infinitamente piccolo che "vive" negli atomi ha sfidato gli scienziati e il senso comune.

Dal principio di complementarità di Bohr a quello di indeterminazione di Heisenberg, passando per le perplessità di Einstein (il celebre paradosso EPR, da Eistein-Podolski-Rosen, i nomi degli autori) e per il paradosso del gatto di Schrödinger (vedi la news in Spazio CLIL, che indica una risorsa video che spiega il paradosso), la meccanica quantistica ha segnato un confine netto fra ciò che era la fisica prima e dopo di essa.

La fisica quantistica è molto complessa e per iniziarne a comprendere le "bizzarrie" occorre davvero fare un passo indietro rispetto al senso comune e al modo di intendere "classicamente" la realtà. Un introduzione alla meccanica quantistica, alle sue bizzarrie e al modo di interpretarla è offerta dal sito ufficiale del Premio Nobel, www.nobelprize.org, che nella voce "Physics" della sezione "Educational", offre una chiara introduzione al mondo dei quanti, in inglese, dal titolo "The Quantised World".
Lo speciale è diviso in diverse sezioni:
1) Introduction
2) A quantum theory for energy
3) A quantum theory for atomic structure
4) Waves or particles?
5) Quantum mechanics
6) Interpreting the quantum worlds

Ognuna di queste sezioni consiste in una serie di schede scritte con il corredo di alcune chiare illustrazioni o anche animazioni (una, per esempio, mostra il modello atomico di Bohr con i cosiddetti "stati quantici"). Ogni capitoletto è composto da 3-4 schede che possono essere virtualmente sfogliate. In ognuna delle sezioni è anche presente un elenco dei vincitori del Premio Nobel in ogni specifico ambito.

(Crediti immagine: "Cyclotron", di Robert Couse-Baker, su flickr, licenza CC)

Comments are closed.