, , ,

 Niccolò Copernico e i modelli del cielo

Il 19 febbraio è stato l'anniversario della nascita dell'astronomo polacco Niccolò Copernico. Sostenitore della ipotesi eliocentrica, Copernico fu autore nel 1453 di un testo destinato a cambiare la storia della scienza: il testo in questione è il De revolutionibus orbium coelestium, testo nel quale l'astronomo polacco illustrava la sua ipotesi di un universo chiuso nel quale al centro non vi era collocata la Terra, così come nell'ipotesi aristotelico-tolemaica, bensì il Sole. 

Una proposta supportata da alcuni calcoli e da considerazioni filosofico-matematiche, ma ancora priva di importanti conferme fisiche ed empiriche. Le prove arriveranno successivamente con il lavoro e le osservazioni di, fra gli altri, scienziati del calibro di Keplero, Galilei e Newton. Tali conferme arriveranno nei secoli a seguire e modificheranno profondamente anche la stessa proposta copernicana, rompendo le barriere di quell'universo piccolo e finito immaginato dall'astronomo polacco. 

Nonostante la proposta iniziale di Copernico sarà quasi del tutto rivista, ciò non toglie che l'impatto della sua ipotesi è stato fondamentale. Spesso gli storici identificano nell'opera di Copernico il primo simbolico momento della rivoluzione scientifica. Qui di seguito ecco alcune risorse per approfondire l'opera fondamentale dell'astronomo polacco.

Per le risorse qui segnalate rimando ancora al sito del Museo di Storia della Scienza di Firenze, che abbiamo già visto in occasione della news dedicata proprio a Galileo Galilei fervente sostenitore dell'opera copernicana. 

Qui potete trovare tutti i video messi a disposizione del museo.

Al seguente link trovate un video che spiega il sistema copernicano: http://catalogo.museogalileo.it/multimedia/SistemaCopernico.html. Ci sono anche video che illustrano i sistemi astronomici di Eudosso di Cnido, Tolomeo (geocentrici) e Tycho Brahe (Terra al centro con il sole che le gira attorno e poi tutti i pianeti girerebbero intorno al Sole). Nel seguente link trovate poi un altro video che spiega i modelli del cielo: http://catalogo.museogalileo.it/multimedia/ModelliCielo.html

Tutti i video possono essere scaricati liberamente ma può essere scaricato anche il solo audio o accedere al testo con il pulsante "testo" posto sopra al video.

Infine impossibile non citare il doodle dedicato da Google a Copernico che è rimasto nella pagina del più utilizzato motore di ricerca del mondo proprio il 19 febbraio e ancora visibile al seguente link: http://www.google.com/doodles/nicolaus-copernicus-540th-birthday

Crediti immagine: Ritratto di Niccolò Copernico, artista sconosciuto, tempera ad olio, Museo Regionale, Torùn, Polonia. Immagine nel pubblico dominio e tratta da Wikimedia Commons

Comments are closed.