, , ,
 

 Van Gogh: dall’analisi delle tecniche pittoriche all’archivio digitale delle lettere

Van Gogh - La camere di Vincent ad ArlesSe c’è un artista la cui tecnica affascina e continua a interrogare ricercatori, storici dell’arte, restauratori e curatori quello è Vincent Van Gogh.

Un progetto di ricerca iniziato nel 2005 e sviluppato dal Museo Van Gogh di Amsterdam assieme ad altre organizzazioni internazionali, Van Gogh's Studio Practice, cerca di far luce sulle molteplici sfaccettature di una pratica pittorica straordinaria, ma non meno radicata nel contesto storico e artistico in cui il grande artista olandese si è trovato ad operare.

Con l’aiuto di sofisticati strumenti tecnologici e basandosi sull’imponente mole delle lettere dell’artista, gli studiosi hanno hanno evidenziato e approfondito alcuni elementi già noti, come l’influenza degli artisti a lui contemporanei o il riuso dei materiali, dovuto soprattutto alle condizioni di indigenza in cui Van Gogh si trovava ad operare. Alcune composizioni menzionate nelle lettere e date per perse sono state così rinvenute negli strati sottostanti di altri dipinti come Baskets of potatoes (a questo proposito vedi il capitolo Re-using Materials nel sito web del progetto).

  • Video: Vincent Van Gogh e Claude Monet – durante il progetto di ricerca trovano conferma le relazioni stilistiche che l'artista intrattiene con i pittori a lui contemporanei, in particolare con gli impressionisti. In un'interessante video intervista la restauratrice Devi Ormond ci conduce attraverso il confronto tra un dipinto di Monet del 1874 e uno di Van Gogh del 1887, un anno dopo il suo trasferimento a Parigi, realizzato con tecnica impressionista. Possiamo così osservare nel dettaglio il metodo di analisi che incrocia fonti storico-documentative e strumenti tecnologici che permettono la visione al microscopio, ai raggi X, alla luce ultravioletta, rivelando così particolari che sfuggono ad occhio nudo.

     

  • Glossario tecnico – per approfondire e prendere confidenza con i termini specialistici legati alle tecniche e agli strumenti di ricerca e restauro, il  sito del progetto mette a disposizione un’area: Research Techiniques – Glossary. Si trovano lì spiegati termini come Infrared Reflectography, Ultraviolet Light, X-Radiography.
  • L'archivio online delle lettere – Il Van Gogh Museum ha realizzato anche la digitalizzazione dell’intero e immenso corpus di lettere del pittore. Il progetto Van Gogh's Letters Project, una straordinaria risorsa di ricerca e approfondimento, prevede la possibilità di navigare per periodo, per destinatario, per luogo, per parole chiave. Le lettere sono fruibili in lingua originale o tradotte in inglese. E’ inoltre possibile vedere il documento originale digitalizzato in forma di immagine. Ogni lettera è corredata di note esplicative che evidenziano elementi storici e biografici per favorirne la comprensione.

Lascia un Commento

Se vuoi, facci sapere cosa ne pensi. Il tuo commento verrà letto dal moderatore del blog, che deciderà se pubblicarlo. Vogliamo che queste pagine siano piacevoli da leggere, ordinate e informative, e dunque pubblicheremo solo i commenti che contribuiscano in modo costruttivo alla discussione, con idee e critiche nuove e originali, senza ripetere argomentazioni e preoccupazioni che hanno già trovato voce in commenti precedenti. Prima di scrivere, è una buona idee leggere i nostri consigli di netiquette: seguirli rende più probabile che il tuo commento sia pubblicato.


I Campo contrassegnati da * (asterisco) sono obbligatori