Disegna le cornici dei mosaici romani

I Romani amavano vivere nel lusso e nell’eleganza. Per questo nelle domus e nelle ville, le abitazioni dei patrizi, i pavimenti erano sempre rivestiti da raffinati mosaici. Questi possono essere di due tipi: geometrici o figurativi.
I mosaici geometrici sono composti da elementi decorativi a base circolare, quadrata, esagonale oppure ottagonale, ripetuti su tutta la superficie.

I mosaici figurativi, invece, presentano personaggi, animali, alberi, imbarcazioni ed elementi naturali.

In alcuni casi i due tipi convivono nello stesso mosaico: animali, frutta e figure umane sono inseriti dentro moduli geometrici.

Ma tutti i mosaici, sia geometrici che figurativi, sono sempre circondati da una fascia perimetrale decorata con elementi ripetuti in sequenza. Questa striscia ha il compito di incorniciare la scena in modo che le immagini non finiscano direttamente dove comincia la parete.
Sembrerebbe un elemento secondario, ma la cornice dei mosaici romani è un capolavoro nel capolavoro. Intrecciata, colorata, con effetti tridimensionali, è sempre diversa e mai banale.

Tra tutte queste cornici, quella a forma di cordone intrecciato, la prima in alto, è la più diffusa. Proviamo a disegnarla.

Osservane una porzione da vicino. Come puoi notare la sua struttura si basa su una serie di cerchi interrotti da linee oblique. Comincia dunque con il disegno di coppie di cerchi concentrici (come ciambelle) leggermente sovrapposti. Fai in modo di sovrapporre i dischi sempre della stessa misura (fase 1).
Crea le giunzioni oblique tra la parte superiore del cerchio esterno e quella inferiore del cerchio interno e tra la parte superiore del cerchio interno e quella inferiore del cerchio esterno (fase 2).
Cancella le parti interne per liberare la forma a S dell’intreccio (fase 3).
Puoi colorare l’intreccio con due soli colori (considerando che sono due corde arrotolate tra loro) oppure puoi dividere gli elementi in cinque fasce per colorare a strisce come nel mosaico originale (fase 4). Riempi le strisce con le matite colorate seguendo la sequenza del mosaico (fase 5).

Adesso che hai capito il meccanismo scegli un’altra cornice e prova a riprodurla seguendo le stesse fasi: cerca la struttura geometrica di base, aggiungi i dettagli e colora.

 

2 Risposte

  1. Angela Caminiti ha detto:

    Grazie è tutto molto interessante.
    Il libro,i video ,le prove,i test,ecc….
    Insegno da cinque anni ,ho fatto il concorso straordinario 2020 classe A01 purtroppo con esito negativo.
    Riproverò l’ordinario e il suo testo è molto ricco di spunti.
    Distinti saluti Angela Caminiti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *